.

Desiderata - TUTTOMATTO

Vai ai contenuti

Menu principale:

Desiderata

Desiderata è una  poesia  in  prosa , in  lingua inglese , dello scrittore statunitense  Max Ehrmann . In essa si esorta il lettore ad "essere in pace con Dio, comunque tu lo concepisca" e ad "essere in pace con la propria anima". "Con tutti i suoi inganni, i lavori ingrati ed i sogni infranti", scrisse Ehrmann, "è ancora un mondo stupendo."
Il testo, quasi sconosciuto durante la vita dell'autore, giunse all'attenzione del pubblico dopo essere stato inserito in una raccolta di inni in uso nelle chiese, datata  1692 , e poi per essere stato trovato sul comodino del politico statunitense  Adlai Stevenson  alla sua morte nel 1965.
La poesia venne scritta nel 1927 e pubblicata nello stesso anno, ma in quel periodo non ottenne un particolare successo. Ehrmann morì nel 1945 e nel 1957, il reverendo Frederick Kates,  parroco  della St. Paul's Protestant Episcopal Church di  Baltimora , inserì la Desiderata in una raccolta di preghiere da lui compilata per la sua congregazione. Sulla copertina era scritto: "Old Saint Paul's Church, Baltimore  A.D.  1692", l'anno di fondazione della chiesa. Negli anni seguenti, si diffuse erroneamente la convinzione che la poesia fosse stata rinvenuta in tale chiesa, e che fosse stata composta da un autore anonimo nel  XVII secolo .
Quando  Adlai Stevenson  morì nel 1965, sul suo comodino venne trovata una copia della Desiderata e si scoprì che voleva usarla per le cartoline di Natale.   La popolarità dell'uomo politico fece da cassa di risonanza, ed in breve sia la poesia che la chiesa di San Paolo di Baltimora divennero famose.
Divenne un culto per il movimento  hippy  che negli anni sessanta era nato a  San Francisco , e fu diffusa come simbolo pacifista.   Il testo della Desiderata fu stampato su dei poster che vennero venduti in grandi quantità agli inizi degli anni settanta. Nel 1971, il presentatore radiofonico statunitense Les Crane ne incise su vinile per la  Warner Bros Records  una versione parlata, accompagnato da una musica psichedelica tipica delle atmosfere hippy di quel tempo, che nel 1972 entrò nella  top ten  delle classifiche di vendita sia negli USA che nel Regno Unito.
A seguito del clamoroso successo, fu appurato che l'autore della poesia era Ehrmann, e la sua famiglia fu in grado di incassare le  royalty  sui proventi delle vendite. Nel 1976, una sentenza di una  corte d'appello  americana stabilì che la poesia era di  pubblico dominio , essendo stata stampata in diverse occasioni, a partire dagli anni quaranta, con il permesso di Ehrmann, che quando lo concesse non si premurò di imporre che nelle copie pubblicate apparisse l'avviso di  copyright .
Il 26 agosto 2010, è stata inaugurata a  Terre Haute  ( Indiana ,  USA ), città natale dell'autore, una statua  bronzea  di Max Ehrmann seduto su di una panchina, realizzata dallo scultore Bill Wolfe. Alcuni versi della poesia sono stati incisi lungo un vialetto pedonale sito nelle vicinanze, per dar modo ai passanti di leggerli.


Torna ai contenuti | Torna al menu